NEWS
Canone RAI: definita la nuova esenzione per gli ultra 75enni
                                                                                        

I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a 8.000 euro, possono essere esonerati dal pagamento del canone TV, presentando  agli uffici della Agenzia delle Entrate una dichiarazione sostitutiva di richiesta di esenzione. 

 

La richiesta, accompagnata da un documento di identità valido, deve essere compilata sull’apposito modello a seguito allegato.

Chi fruisce dell’esenzione per la prima volta deve presentare la richiesta entro il 30 aprile; per coloro che intendono, invece, beneficiarne a partire dal secondo semestre, la scadenza è fissata al 31 luglio.

Per continuare ad avvalersi dell’agevolazione negli anni successivi se le condizioni di esenzione permangono, non è necessario presentare ulteriori dichiarazioni. Se invece, negli anni successivi alla presentazione della dichiarazione si perde il possesso dei requisiti per beneficiare della esenzione, è necessario versare il canone.

Chi, infine, nel corso dell’anno attiva per la prima volta un abbonamento al servizio radiotelevisivo, deve inviare la richiesta di esenzione entro 60 giorni dalla data in cui sorge l’obbligo di pagare il canone.

Si ricorda che la dichiarazione sostitutiva di esonero e l’istanza di rimborso dal pagamento del canone TV possono essere:

- spedite per raccomandata al seguente indirizzo Agenzia delle  Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 - 10121 – Torino

- consegnate dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate
 
Il reddito annuo massimo necessario all'esonero è stato innalzato a 8.000 mila euro (prima era € 6.713) con decreto del Ministero dell'Economia del 16/2/2018, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3 marzo scorso e alza la soglia degli esentati dagli attuali 115 mila a 350 mila abbonati.
 
 
stampaSTAMPA