Dove mi trovo: home \ guida ai servizi dei cittadini \ vivere a triuggio \ sportello antiviolenza contro le donne
Sportello antiviolenza contro le donne

















Con deliberazione di Giunta Comunale n. 11 del 28/01/2014 è stato istituito lo sportello antiviolenza contro le donne denominato “Mai più sole”. Allo sportello potrà essere offerta una prima consulenza legale e psicologica specifica a tutte le donne che vivano situazioni di disagio o maltrattamento, adoperandosi per una maggior sensibilizzazione circa la violenza e offrendo un primo orientamento verso i servizi territoriali.

L’Amministrazione Comunale, che in ogni obiettivo pone come fondamentale il tema della centralità della persona ed in particolare la lotta contro la violenza alle donne, aveva deliberato l’adesione alla Carta di intenti “Campagna 365 giorni No alla violenza alle donne” con deliberazione di Giunta comunale n. 61 del 09/10/2013 e organizzato il 1/12/2014 la manifestazione “Scarpe senza donne” ed una tavola rotonda sul tema del femminicidio.

Modalità dell’apertura dello sportello “Mai più sole”:

- apertura mensile - ogni primo giovedì del mese Incontro con la psicologa dalle ore 9.30 alle 12.30 e incontro con il legale dalle ore 13.30 alle ore 16.30 solo su appuntamento (0362/9741206 o mail a maipiusole@comune.triuggio.mb.it o personalmente presso D.ssa Rizzi Ufficio Segreteria – Primo Piano) .

- gli incontri con la psicologa e l’avvocato sono gratuiti e saranno al massimo quattro. Il contenuto degli incontri è riservato e non condiviso con i competenti Servizi territoriali cui dovrà comunque rivolgersi, per libera scelta, l’interessata).

Con avviso pubblico sono stati selezionati ed individuati quale psicologo la D.ssa Vicale Marica e quale avvocato l’Avv. Tagliabue Maria Grazia che hanno offerto la loro disponibilità professionale in modo gratuito.

Scopo e finalità dello sportello saranno illustrati domenica 9 marzo alle ore 15.00 in occasione del Comune Aperto con un incontro di presentazione del servizio e delle professioniste incaricate.
stampaSTAMPA